30 Marzo 2020

DIARIO DELLA QUARANTENA (giorno 12)


Riflettevo oggi sulla difficoltà che tutti abbiamo in questo momento di stare con le domande. Abbiamo bisogno di risposte, quanto durerà ancora? Quando cambiera’ qualcosa? Quando potremo tornare alla normalità? Ci sarà ancora una “normalità”?
La verità è che non possiamo azzardare risposte, al massimo desideri e pronostici… Ma non abbiamo certezze. La riflessione di oggi è, in che modo posso abitare l’incertezza, dare un senso alla domanda, lasciarla aperta?

Potrebbero interessarti

immagine racconto

Giulia e la paura della paura

C’era una volta Giulia, una ragazza la cui vita era controllata dall’ansia. Giulia non aveva amici, poche ore di lavoro come assistente agli anziani e un marito che non sapeva se amava oppure no. Giulia era bloccata dalla paura della paura: no, non è un gioco di parole, ma...

tie-690084_1920

Emanuele e l ‘ansia da prestazione

C’era una volta Emanuele, uno studente fuori sede, un ragazzo che si sentiva incapace, perdente, pieno di limiti e difetti. Viveva ogni situazione come una prestazione , ogni cosa che faceva doveva mostrare il suo valore. Emanuele si è rivolto a me perché lo stress gli faceva perdere i...

writer-1421099_1920

Riprendersi il diritto d’autore sulla propria vita

Spesso le persone non  vivono la vita da protagonisti e osservano ciò che succede loro come se fossero seduti di fronte ad uno schermo piatto. Mi viene in mente una canzone di De André che si conclude con questo verso   “ Continuerai a farti scegliere o finalmente sceglierai?” ....