4 Febbraio 2020

Che cos’è la Gestalt? tra consapevolezza e responsabilità nel qui e ora

Che cos’è la Gestalt?

La Gestalt è un approccio psicoterapeutico nato negli Stati uniti  negli anni ’60, il suo fondatore è Friedrick Perls, psicologo tedesco emigrato durante la seconda guerra modiale. La psicoterapia della Gestalt insieme ad altri approcci quali la psicoterapia centrata sul cliente di Rogers, la Bioenergetica di Lowen, la Psicosintesi di Assagioli, l’analisi transazionale, costituisce la terza grande forza della psicologia, quella umanistica-esistenziale. Tutte queste scuole condividono uno sguardo verso l’individuo  che prende in considerazione le risorse e le potenzialità, prima del disturbo o della patologia. La psicoterapia della Gestalt nello specifico promuove una visione dell’uomo come capace di orientare la propria vita e le proprie scelte nella direzione del proprio benessere. Questo sarà possibile  attraverso  pratiche terapeutiche: in ogni seduta lo psicoterapeuta mira ad accrescere la consapevolezza, la possibilità di vivere nel presente , il senso di responsabilità della persona.

 

Consapevolezza, qui e ora, responsabilità

Con consapevolezza si intende la possibilità di porre l’attenzione su ciò che attraversa la persona, in primis sensazioni ed emozioni, e dopo pensieri e azioni. Lo psicoterapeuta chiederà molto spesso al paziente “ Che cosa senti?”, “ Di che cosa sei consapevole in questo momento?”.  Si può essere consapevoli solo di quello che ci accade nel momento presente, qui e ora. Questo non significa che in psicoterapia non si terrà conto del passato , ma il passato esiste come ricordo che riattualizza un vissuto nel presente o come narrazione, in questo senso il passato diventa parte del presente. Il futuro è rappresentato da desideri  e intenzioni, queste possono certamente orientare le nostre scelte, ma  è solo nel presente che potrò scegliere e agire. Questo comporta l’apprendere e il far proprio il concetto di  responsabilità,  ovvero rendersi conto che la propria vita si muove in un certo modo non solo perché mi è successo questo o quest’altro, ma perché noi stessi in ogni momento scegliamo. Molto spesso non si è consapevoli  di quello che ci muove, in Psicoterapia della Gestalt si cerca di riportare la persona al centro della propria vita, consapevole di sensazioni, emozioni, di quello che vuole e di come agisce , sulla base di quali scopi orienta il proprio comportamento . 

Se questo breve articolo ti ha incuriosito e pensi che questo approccio potrebbe aiutarti in questo momento della tua vita

Prenota un primo colloquio gratuito nella sede di Cecina (Lì) o Firenze .

Primo appuntamento

Potrebbero interessarti

man-802062_1920

Elisabetta e la sua dipendenza affettiva

Elisabetta è una giovane ragazza, che vive una relazione che possiamo definire di dipendenza affettiva. Ha lasciato l’università perchè non le piaceva e cerca di mantenersi facendo i lavori più disparati. Ha fatto di tutto, ma niente le piace davvero. Sta cercando qualcosa che la realizzi, ma la sua...

ezra-jeffrey-comeau-pfLyJGOeFaY-unsplash

Il contatto in Psicoterapia della Gestalt

Cos’è il contatto?                                                       La parola contatto evoca un immaginario legato al tatto, alla  pelle, al corpo, all’affettività, al tocco, al massaggio. Parlando...

people-2603521__340

Una storia di conflitti di coppia: ricominciare a guardarsi

Michele e Antonella sono venuti da me perché i conflitti continui all’interno della coppia stavano  logorando il loro rapporto.  Quando una coppia arriva in terapia  in genere uno dei due ha motivato l’altro nel richiedere una consulenza. Spesso chi porta il partner in terapia ha il desiderio inespresso che...